- Potter. - Draco guarda davanti a sé, mentre Harry gli si affianca velocemente nel corridoio del terzo piano, - Cosa ti serve? - gli chiede sprezzante, cercando di non mostrare alcuna felicità. Gli occhi del Serpreverde si posano sull’altro, che arrossisce sulle guance, ancora sporche dei baci di Malfoy.

Lo guardi, perdendoti nei suoi occhi profondi e stanchi. Vorresti cercare di aprire la bocca, di tirargli su il morale, di farlo sorridere di nuovo, ma il tuo orgoglio ti ferma. Scrolli le spalle, allontanandoti da lui. Draco non è mai stato un ragazzo di tante parole, non ti ha mai fatto capire le sue emozioni o i suoi problemi, ma c’è sempre stato in qualche modo lì, nel tuo cuore, nonostante l’odio e il disprezzo.