L’ascesa della gravità – Marcus Chown.

9788820385606.jpg

Sei svenuto e ti ho preso. Era la prima volta che sostenevo un essere umano. Avevi ossa così pensati. Mi misi tra te e la gravità. Impossibile.

– Elizabeth Knox, La fortuna del vinaio.

Il libro di cui voglio parlare questa volta è stato per me una leggera e meravigliosa sorpresa.

Ho sempre amato e stimato la fisica, come ho sempre osservato le stelle nel cielo con una certa gelosia, forse perché sono capace di poterle guardare solo da lontano. Eppure questo libro mi ha avvicinato ad entrambe con una straordinaria bravura e ironia.

Ho concluso degli studi scientifici poco tempo fa e ho abbandonato l’indirizzo per seguire qualcosa di più letterario; eppure la tristezza per aver dimenticato Newton o Einstein era tanta: sono interessanti, non c’è proprio niente da fare.

Il libro che ho ancora tra le mani, L’ascesa della gravità di Marcus Chown, è meraviglioso. Splende nella mia libreria celebrale, splende e la illumina. Mi ha fatto riscoprire la bellezza di qualcosa che avevo perso, mi ha fatto sorridere, mi ha fatto innamorare.

La gravità, per rubare le parole di Wiston Churchill, è un indovinello ammantato di mistero, all’interno di un enigma. La decifrazione di quell’enigma schiude la risposta alle più grandi domande della scienza: cos’è lo spazio e cos’è il tempo? Cos’è l’universo e da dove viene?

81u-LyUvNvL

Leggere questo libro non significa buttarsi in un’enorme calderone scientifico, pieno di formule e mere spiegazioni. Significa avventurarsi in milioni di vite, aneddoti storici, battute ironiche e anche piccole fughe d’amore.

Leggere questo libro significa essere interessati a qualcosa di meraviglioso, significa cercare di uscire dagli schemi, senza abbandonare una vena romanzesca usata sapientemente. Lo scrittore mi ha saputa coinvolgere ed emozionare alla pari del più struggente libretto d’amore.

Meraviglioso. 

Marcus Chown, fisico cosmologo, maestro indiscusso della divulgazione scientifica, ci accompagna in un indimenticabile viaggio dalla scoperta della forza di gravità nel 1666 alla rivelazione delle onde gravitazionali nel 2015. E visto che ci troviamo sull’orlo di una rivoluzione epocale nelle nostre concezioni, ci aggiorna sulla più grande sfida che la fisica abbia mai affrontato: l’unificazione della teoria del grande, la teoria della gravità di Einstein, con la teoria del piccolo, la teoria quantistica.

 

Sia ℘

Annunci

Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...