Avatar – L’ultimo dominatore dell’aria.

Acqua.
Terra.
Fuoco.
Aria.
Molto tempo fa nel mondo regnava la più completa armonia, poi tutto cambiò quando la nazione del fuoco decise di attaccare. Solo l’avatar, padrone di tutti e quattro gli elementi poteva fermarli, ma quando il mondo aveva più bisogno di lui scomparve.
Sono passati cento anni e io e mio fratello abbiamo scoperto il nuovo avatar, un dominatore dell’aria di nome Aang.
Ma nonostante la sua abilità nel dominio dell’aria ha ancora molto da imparare.
Ma io ne sono certa: Aang salverà il mondo!

 

s592

Oggi si parla di questo: Avatar, l’ultimo dominatore dell’Aria. 

Un cartone che mi ha fatto emozionare, nonostante i miei quasi vent’anni suonati: l’ho iniziato così per gioco, per scommessa, ma alla fine questo cartone, questi personaggi, mi hanno aperto gli occhi, mi hanno fatta maturare.

Le tre stagioni, di 61 episodi in totale, riescono a conquistare la maggior parte dei telespettatori: anche i più adulti possono comprendere, imparare qualcosa dal coraggio di Aang, dalla determinazione di Toph o ancora, dalla forza di Katara.

You have come to the crossroads of your destiny. It is time for you to choose. It is time for you to choose good. – Iroh

Si impara, attraverso tutto il viaggio di Zuko, il valore della crescita e del cambiamento, del perdono e della famiglia: nessun personaggio oltre a lui, penso, ha una storia così intricata e spiegata in tutto il cartone. In lui troviamo il conflitto di un’anima pura, cresciuta nel fuoco, l’anima che prima o poi si accende da sola, ma di un fuoco nuovo, di speranza e di amore.

giphy.gif

La scommessa di guardare questo cartone mi ha portato anche ad una valle di lacrime e ad una ancora più grande di risate: il cartone riesce insomma ad emozionare, al di là magari di qualche episodio monotono.

Sarebbe terribile, da parte mia, non citare quello che ad oggi è ancora uno dei miei personaggi preferiti: Appa. Un gigante buono di cui mi sono presto innamorata, per la sua grandezza, per le sue zampe, per la sua grossa bocca, per il suo forte legame di amicizia con Aang e non serve, credo, nemmeno dire quanto io abbia sofferto quando i due sono stati separati.

E poi mi sono persa nel cuore di Aang ( che ha vinto tutto il mio amore, insieme a Zuko ), completamente travolto da Katara. I due si incontrano per caso e lui non riesce più a togliersela dalla testa perché… Katara è Katara.

original.gifUn personaggio femminile cocciuto, indipendente, forte e autoritario. Un personaggio che, al di là della sua bravura nel dominio dell’acqua, sa essere dolce, premurosa e amorevole. Ed è anche forse per questo motivo che l’amore tra i due, alla fine, sboccia, regalandoci l’ennesima gioia.

Questo è solo la punta di un iceberg: andate a vedere questo cartone, correte e non abbiate paura di emozionarvi, di piangere, di ridere, di innamorarvi e di tifare. Non abbiate paura di scoprire i nuovi milioni di animali, di tifare per l’impacciato Sokka, di meravigliarvi per Toph.

 

Annunci

Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...