Dubiti?

Dubiti?


 

e9b65fe1784ae32173790e47642be650Una risata cristallina esce prepotente dalla bocca della ragazza, che si passa una ciocca di capelli dietro l’orecchio.

– No, no che noi lo sei, Fred. – dice poi, specchiandosi negli occhi del suo interlocutore.

– Dubiti? – le chiede lui, sorridendole di rimando.

Hermione scuote la testa, passandogli una mano fra i capelli rossastri. Il punto è che in quei capelli lei ci si sarebbe buttata a capofitto. Si sarebbe immersa in quel rosso prepotente, per poter essere circondata sempre da quel suo buon profumo.

– Hermione, dubiti o no? – chiede di nuovo lui, afferrandole la mano e baciandole il palmo.

– Certo che dubito. – annuisce lei.

– È così strano? – Fred le studia il volto, quel suo bel volto raffinato, che tanto lo manda in brodo di giuggiole. Quel volto che non vede l’ora di osservare, quando scende la mattina a fare la colazione e quel volto che non vede l’ora di salutare, prima di correre a dormire.

– Si che è strano. – ammette lei, arrossendo sulle guance, mentre lui alza gli occhi al cielo e ride. Ride perché sa che Hermione è ingenua, ma la ama lo stesso. Sa che è puntigliosa, ma la ama lo stesso.

– A me non pare strano. – dice di rimando, – Che ci posso fare se stamattina, quando mi sono svegliato, ho capito di essere innamorato di te? –

Hermione scuote la testa di nuovo, imprimendo alle sue labbra di non sorridere dolcemente.

– Il tuo dubitare mi ferisce, Hermione. – continua, grattandosi la testa e ridendo di sbieco.

– Ti batte il cuore mentre mi guardi? – chiede lei lievemente.

Al ragazzo la bocca si spalanca un poco, ma poi la sua smorfia si addolcisce, – Più del solito. –

– E più del solito un sacco di cose, sai? Più del solito voglio giocare con i tuoi ricci, più del solito voglio averti accanto, più del solito voglio sentire la tua voce, più del solito voglio vederti leggere e più… – le parole senza freno di Fred vengono interrotte dalla mano di Hermione sulle sue labbra. La ragazza, che non comprende quel dolore piacevole al petto, sta per mettersi a piangere.

– Hermione, dubiti ancora? – Fred la guarda malandrino, spostandole la mano. Le afferra la guancia, avvicinandosi al suo volto, – Allora? –

Hermione alza gli occhi su di lui, mentre un sorriso le increspa le belle labbra, – E hai anche desiderato baciarmi più del solito? –

– Quello, più di tutto. – Fred azzera le distanze, gustando il sapore di Hermione, mentre il vento smuove il prato della Tana intorno a loro. Il profumo della ragazza gli investe le narici e lui sente di volerla di più: le passa un braccio intorno ai fianchi, alzandola sulle punte per poter intensificare quel bacio improvviso e atteso.

Hermione, il cui cuore ormai sta ballando nel petto, gli passa le braccia intorno al collo e lo lascia andare, – Ancora un bacio e potrei smettere di dubitare. – sussurra lei, con il volto arrossato.

– Solo uno? –

Sia ℘

Annunci

Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...