- Fred? - alza un sopracciglio il gemello, sorpreso dalla tua nonchalance a dire il suo nome per la prima volta senza confonderlo con il fratello. Invece di rimanere zitta, il panico ti assale. Come fai a sapere che è Fred, come hai fatto a capire fin da subito, fin da quando lo hai visto arrivare da lontano che poteva essere solo lui? Deglutisci piano, mentre lo sguardo del ragazzo è ancora posato su di te.

Sospiri, indeciso. Ma come diavolo ha fatto a renderti così combattuto? Quando non la trovi tra i piedi, pensi che sia piacevole che lei non vi stia dando fastidio, ma quando compare e comincia a puntarvi il dito contro, pensi che sia meraviglioso metterla alle strette. Ti piace testarla, vedere fino a dove quella povera ragazza è pronta a spingersi per te… insomma, per te e tuo fratello. Deglutisci. 

Fred ed Hermione non erano mai stati qualcosa di più che semplici amici, a volte compagni di bacchetta e a volte nemici. Non si sapeva mai, e neppure lo si osava chiedere a quelli che li stavano guardando, se la loro chiacchierata sporadica fosse ricolma di leggerezza o di insulti. C’erano voci, ancora ai tempi della scuola, che li accusavano di una tresca in Biblioteca o di una rissa in cortile. C’erano voci e poi c’erano loro.

Si immagini per un attimo di essere un lettore inesperto, di voler provare per la prima volta il brivido di una storia scritta, di entrare in una libreria o di guardare lo schermo bianco di un Kindle: come si decide? Come si trova il libro adatto?