¡Viva la vida! – Pino Cacucci.

La pioggia…

Sono nata nella pioggia.

Sono cresciuta sotto la pioggia.

Una pioggia fitta, sottile… una pioggia di lacrime. Una pioggia continua nell’anima e nel corpo.

– ¡Viva la vida!

 

4158245_280905

Il libro di questo mese è alquanto bizzarro, perché non sono affatto solita leggere biografie. Mi piace leggere di qualcosa di inventato e di passionale, ma nulla che si attesti il 100% alla realtà. Quindi, è stato un grande salto nel vuoto.

 

Ma, attenzione, finalmente mi metto a proporre uno scrittore maschile. Qualcuno lo credeva possibile? No? E invece, ecco a voi un’opera di Pino Cacucci. È uno scrittore, traduttore, giornalista e viaggiatore.

¡Viva la vida! è stato pubblicato dalla Feltrinelli, nel 2010 nella prima edizione.


 

Un monologo fulminante che ripercorre i patimenti della reclusione forzata di Frida Kahlo, i lucidi deliri artistici di pittrice affamata di colore, la relazione con Diego Rivera. In un Messico quanto mai reale e al tempo stesso immaginifico, Pino Cacucci mette in scena la sintesi infuocata di un’esistenza, la parabola di una grande pittrice la cui opera continua a ottenere altissimi riconoscimenti. In poche pagine c’è il Messico, c’è il risveglio dell’immaginazione, c’è la storia di una donna, c’è la rincorsa di una passione mai spenta per un uomo. L’ardente esistenza di Frida Kahlo dal vertice estremo dei suoi giorni. Un breve libro che contiene una storia immensa.

 


 

Testimone M. ( papo ), ho divorato questo piccolo libretto di 77 pagine in una mezz’ora, nella speranza di acquisire sempre più informazioni su questa meravigliosa donna che è stata Frida Kahlo.

Credo di essere stata rapita da ogni parte della sua storia: dall’incidente e dal suo urlo, urlo che secondo sé stessa è riuscita a portarla in vita, fino al suo appassionato amore per Diego.

Purtroppo, più che consigliarvi la lettura non posso fare, perché presentare il personaggio della storia sarebbe come togliere voce e fiato alle parole che il Cacucci ha dedicato con tanto amore a questa artista.

Vi intimo quindi, leggetelo, amatelo e godetevelo pagina per pagina. Affrontate le vicissitudini di una donna straordinaria, che tanto ha sofferto nella vita, quanto ha dato alla pittura.

FRIDA KAHLO AUTORITRATTO

 

Al prossimo mese cari lettori,

Silvia.

Annunci

Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...